Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Donato il Crest della Adunata al sindaco di Milano

Ieri il presidente della sezione di Milano Luigi Boffi ha incontrato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala; durante l’incontro Boffi ha donato il Crest della Adunata di Milano quale segno di ringraziamento per il grande impegno profuso da tutta l’Amministrazione Comunale.

Tutte le cifre di una grande Adunata

500.000 presenze tra Alpini, familiari, amici e simpatizzanti
150.000 visitatori alla Cittadella degli Alpini
90.000 Alpini nella sfilata di domenica, durata 12 ore
98 esibizioni di cori e fanfare alpini, oltre allo storico concerto del coro Ana Milano al Teatro alla Scala
700 pullman accolti nei parcheggi gestiti dal COA-Comitato Organizzatore Adunata
9.000 posti negli alloggi collettivi allestiti in diverse aree verdi e parcheggi
400.000 passeggeri in più sulle linee ATM tra sabato e domenica
250.000 passeggeri in più sulle linee Trenord tra sabato e domenica
300 agenti di Polizia Locale in servizio venerdì e sabato
800 agenti di Polizia Locale in servizio domenica
1000 agenti tra Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Penitenziaria impegnati domenica
520 operatori del sistema di Protezione Civile locale coinvolti
651 volontari di Protezione Civile Ana, al fianco delle Guardie Ecologiche Volontarie del Comune
(Dati forniti dal Comune di Milano)

La nuova esperienza con Airbnb
40.000 arrivi negli alloggi Airbnb, pari al +8% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso e un tasso di
occupazione che ha superato del 10% la media stagionale
(Dati forniti dall’Associazione Airbnb)

L’impatto mediatico
400 giornalisti accreditati
800.000 spettatori alla diretta tv Rai (per uno share del 9%)
60.000 visualizzazioni del live streaming sul canale Youtube dell’Ana
1.000.000 di utenti FB che hanno letto le pagine social dell’Ana
10.000 post su Instagram

Ritroviamo il cappello Alpino perso all’Adunata!

Il COA-Comitato Organizzatore Adunata Milano2019 si unisce all’appello lanciato da Radio Deejay, e diventato subito virale, a ritrovare il cappello perso da Bruno, Alpino delle Marche, sabato 11 maggio nei pressi del Parco Sempione.

“Il mio babbo, Bruno, appartenente al 4° raggruppamento della Sezione Marche, sabato 11 maggio era all’Adunata di Milano e ha perso il suo cappello. Per lui è tutto. Aiutateci a ritrovarlo!”

Questo l’appello lanciato da Letizia a Radio Deejay, che l’ha subito diffuso e veicolato sui social.
Il COA-Comitato Organizzatore Adunata, già coinvolto in passato in una simile vicenda risoltasi poi positivamente, si unisce all’appello e fa leva sulla solidarietà, sensibilità e condivisione tipica degli Alpini.
Il cappello di Bruno è stato dimenticato in un bagno chimico nei pressi del Parco Sempione, area Castello, attorno alle 13 di sabato 11 maggio. Tutti gli Alpini sono invitati a divulgare i dettagli e condividere diffusamente l’appello perché la Penna Nera torni al suo proprietario.

Per segnalazioni: Segreteria COA, tel. 02.99990048 e [email protected]

Generale Renato Genovese
presidente del COA-Comitato Organizzatore Adunata

Il Generale Genovese ringrazia tutte le autorità,le istituzioni e i corpi che hanno collaborato alla riuscita dell’Adunata del Centenario

Il presidente del COA-Comitato Organizzatore Adunata, consapevole dell’impegno e delle sfide sottesi alla buona realizzazione del grande evento Alpino in una città come Milano, ringrazia sentitamente tutte le figure che non solo hanno sostenuto il comitato, ma hanno collaborato fattivamente alla sicurezza, alla logistica e alla mobilità e a tutti gli altri aspetti più critici.

“Grazie alla città per averci accolto a braccia aperte, ma soprattutto il nostro ringraziamento va a tutte le istituzioni del territorio che ci hanno accompagnato nell’intero cammino organizzativo e che si sono spese per uno svolgimento ottimale della nostra 92a Adunata: Comune, Città Metropolitana Milano e Regione Lombardia.
Un particolare riconoscimento va al Prefetto Renato Saccone, al Questore Sergio Bracco e con loro ovviamente alla Polizia di Stato, all’Arma dei Carabinieri e alla Guardia di Finanza.
Senza dimenticare la Polizia Locale, i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile, l’Associazione Volontari Protezione Civile Gruppo A2A, l’Areu (Azienda Regionale Emergenza Urgenza), Atm e Trenord che hanno garantito una movimentazione agile e soprattutto sicura delle centinaia di migliaia di persone che l’evento ha portato a Milano.
Grazie naturalmente anche a Esercito Italiano e Truppe Alpine e tutti coloro che sono stati al nostro fianco.

Semaforo verde, anzi verdissimo, per l’Adunata Venerdì s’inaugura ufficialmente la Cittadella

Da domani gli Alpini di tutta Italia (e non solo) saranno “padroni” di una città che li accoglie a braccia aperte e condividerà il loro entusiasmo. Alle Penne Nere ma anche a tutta la cittadinanza e alle famiglie è dedicata la Cittadella allestita al Parco Sempione con uomini, mezzi, equipaggiamenti e tende di Protezione Civile Ana, Truppe Alpine e Ospedale da Campo. Aperta fin dal mattino e per tutta la tre-giorni Alpina, sarà inaugurata ufficialmente alle 14 del 10 maggio, con il taglio del nastro da parte del presidente dell’Associazione Nazionale Alpini Sebastiano Favero e del Comandante delle Truppe Alpine Gen. C. A. Claudio Berto, alla presenza della stampa.

La preannunciata marea di Penne Nere è ormai alle porte di Milano. Grazie all’instancabile lavoro del COA-Comitato Organizzatore Adunata, degli insostituibili volontari e dei partner dell’evento, è tutto pronto per la grande Adunata del Centenario, che dal 10 al 12 maggio invaderà il capoluogo lombardo con circa 500.000 persone tra Alpini, famigliari, amici e simpatizzanti e soprattutto lo animerà con momenti solenni ma anche e soprattutto di festa.
Pronta anche la Cittadella degli Alpini, allestita con grande lavoro e dedizione per la prima volta in concerto dai volontari della Protezione Civile Ana, gli uomini delle Truppe Alpine dell’Esercito Italiano (Brigata Alpina Taurinense) e dal personale dell’Ospedale da Campo. All’allestimento -in un’area complessiva di 24.000 metri quadrati attorno a piazza del Cannone al Parco Sempione- delle 40 postazioni hanno lavorato 250 Alpini. Aperta al pubblico e alle famiglie per i tre giorni di manifestazione, si propone come vetrina dei mezzi di equipaggiamento di ultima generazione in uso alla Protezione Civile Ana e alle Truppe Alpine, al servizio della popolazione in caso di emergenza. A popolare la Cittadella degli Alpini sono cingolati, blindati, mezzi di soccorso, accampamenti, mostre a tema e l’Ospedale da Campo Ana, utilizzato soprattutto nelle missioni di pace all’estero. Non mancheranno simulazioni d’intervento, per esempio nella gestione di ordigni, nello spegnimento di incendi boschivi, nel soccorso alle persone ecc.

L’inaugurazione ufficiale avverrà venerdì 10 maggio alle 14, con il taglio del nastro da parte delle rispettive massime autorità: Sebastiano Favero, presidente dell’Associazione Nazionale Alpini, e il Generale di Corpo d’Armata Claudio Berto, comandante delle Truppe Alpine.

Il Duomo di Milano e la sua Veneranda Fabbrica danno il benvenuto agli Alpini e ai loro valori

Lo sancisce sventolando il Tricolore la stessa Madonnina, dal manifesto ufficiale della 92 a Adunata Nazionale degli Alpini: quello tra il Duomo di Milano e gli Alpini è un legame antico e profondo. Sotto
le sue guglie si sono sempre raccolte le Penne Nere di ieri e di oggi e memorabile fu la beatificazione di Don Carlo Gnocchi, il 25 ottobre 2009. In occasione dell’Adunata che prende il via domani, le porte
della cattedrale saranno spalancate per gli amici Alpini sabato 11 maggio alle ore 16 per la solenne Messa in Suffragio di tutti i Caduti, ma anche durante l’intera giornata di domenica 12.

Con il Tricolore “in mano”, è slanciata verso il cielo la Madonnina tuta d’oro che campeggia sul manifesto di questa 92° Adunata Nazionale degli Alpini. E’ stata scelta come simbolo della devozione alla Vergine Assunta,
ma è al tempo stesso conferma di un legame antico e fortissimo tra le Penne Nere e il Duomo di Milano.
Nacque proprio all’ombra della Madonnina l’Associazione Nazionali Alpini, di cui si celebra il Centenario, dall’iniziativa di un gruppo di soldati rientrati dal fronte alla fine della guerra e certamente grati alla Vergine
Maria per essere sopravvissuti.
Sotto le guglie del Duomo gli Alpini si sono sempre raccolti nei momenti più importanti della loro storia, compreso quello della beatificazione del loro amato cappellano Don Carlo Gnocchi, il 25 ottobre 2009.
In occasione dell’Adunata del Centenario, la cattedrale spalanca le sue porte alle Penne Nere, sia in occasione della solenne Messa in Suffragio a tutti i Caduti, in programma sabato 11 alle 16.00, sia per l’intera giornata di domenica.
Oltre che straordinario luogo di culto e raccoglimento, la cattedrale milanese è un impareggiabile capolavoro architettonico, noto in tutto il mondo e conservato perfettamente. Questo grazie allo storico cantiere che se
ne prende cura dal 1387 ininterrottamente, con grande tenacia e professionalità: la storica Veneranda Fabbrica del Duomo.
Sapendoli sensibili alla sacralità, alla bellezza e alla fragilità di questo luogo mistico, il Duomo e la sua Veneranda Fabbrica rivolgono un appello agli Alpini, a sostegno dei restauri infiniti di cui la cattedrale
necessita. Nelle giornate dell’Adunata, le Penne Nere, il cui Corpo ha fatto la storia, se lo desidereranno potranno in modo simbolico entrare a far parte della storia del Duomo, offrendo un contributo, nella misura a ognuno più consona, presso l’apposito gazebo allestito in collaborazione con l’Ana nei pressi dei gradini del sagrato. Per informazioni: www.duomomilano.it

Arrivano anche annullo postale, francobolli e cartoline

Con la cerimonia dell’annullo postale del primo giorno di emissione in programma venerdì 10 alle ore 12 alla Corte Ducale-Portico dell’Elefante al Castello Sforzesco arriva il via libera ufficiale al rilascio dei timbri speciali emessi da Poste Italiane in occasione dell’Adunata del Centenario. In vendita le cartoline e i francobolli annullabili. Una seconda postazione filatelica disponibile al Palazzo dell’Arengario (Duomo).

Di soggetto e forma diversa, riproducono il logo dell’Adunata del Centenario, realizzato da Caterina Gasperi con la scritta MI19, che richiama le guglie del Duomo di Milano. Sono i tre annulli speciali emessi per la 92 Adunata Nazionale degli Alpini, uno per ogni giorno di manifestazione, con data e luogo:  venerdì 10 maggio timbro ovale, sabato 11 maggio timbro quadrato, domenica 12 maggio, timbro rotondo.

Saranno ufficializzati con la cerimonia dell’annullo postale del primo giorno di emissione, a cura del personale di Poste Italiane e in programma venerdì 10 maggio alle ore 12 presso la postazione filatelica allestita alla Corte Ducale-Portico dell’Elefante al Castello Sforzesco, dove nella sottostante Sala Viscontea è in corso la mostra “Alpini, uno stile di vita”.

Le cartoline dell’Adunata 2019 –raccolte in un cofanetto realizzato in 5000 pezzi– riproducono 10 immagini significative della storia dell’Ana, oggi centenaria. Oltre al manifesto ufficiale di Tiziano Tavecchio, un disegno di Novello nella prima sede Ana, un falò di condivisione sullo sfondo della Marmolada, una foto d’epoca di Alpini impegnati in Friuli dopo il terremoto del 1976, due collage dedicati ai Beati alpini e ad alcuni fondatori dell’Ana, la tessera del primo convegno all’Ortigara, un estratto dello statuto del 1919, una panoramica dell’evoluzione delle testate del mensile L’Alpino e infine i simboli della solidarietà e dell’impegno civile degli Alpini.  Il cofanetto costa 10 euro e contiene 10 cartoline, di cui una già affrancata con l’annullo postale del primo giorno di emissione. Gli appassionati possono acquistare, a 12 euro, anche un folder contenente il francobollo del Centenario annullato, una cartolina e una busta, emesso da Poste Italiane per l’occorrenza.

Annulli e cartoline saranno disponibili nelle apposite postazioni, predisposte alla Corte Ducale-Portico dell’Elefante al Castello Sforzesco e al Palazzo dell’Arengario (via Marconi 2, zona Duomo), con orario continuato rispettivamente 9-17 e 9-18, il venerdì, sabato e domenica dell’Adunata.

Polentata, musica e uno sguardo sulla città. Una due-giorni Alpina in piazza Città di Lombardia.

Venerdì 10 e sabato 11, parte della festa per la 92a Adunata Nazionale degli Alpini si trasferisce in piazza Città di Lombardia. Venerdì sera, gli Alpini Valtellinesi distribuiscono vino e polenta, con la colonna sonora del Coro Gruppo Alpini di Canzo. Sabato mattina tocca invece alle fanfare con un carosello coreografico attorno alla piazza. Per le intere giornate di sabato e domenica, poi, possibilità di salire al 39° piano di Palazzo Lombardia, per ammirare il nuovo skyline di Milano e una copia fedele dell’aliante di Leonardo Da Vinci. Poco lontano infine, all’auditorium Gaber di Palazzo Pirelli, sabato pomeriggio concerto della Fanfara Tridentina di Brescia.

Venerdì 10 e sabato 11, lo scenario avveniristico di Piazza Città di Lombardia –sede di Regione Lombardia- accoglierà i simboli della tradizione Alpina: festa, musica e condivisione… anche di un bel piatto di polenta, accompagnata da buon vino.
Alla grande Adunata del Centenario gli Alpini Valtellinesi parteciperanno in forze (800 solo quelli prenotati sul treno speciale da Tirano a Milano) e attivamente. A inaugurare le manifestazioni nella piazza organizzate in seno all’Adunata saranno infatti proprio le Penne Nere della Sezione Ana Valtellinese, il 10 maggio, dalle 20 con una polentata in amicizia. Ad allietare la festa, il Coro Gruppo Alpini di Canzo.
L’11 mattina alle 10, invece, la scena passa alla Fanfara Abruzzi, alla Fanfara di Capolago e alla Fanfara La Baldoria (nota per le sue sfilate in costume d’epoca), che proporranno un coreografico carosello intorno alla piazza.
Durante le giornate di sabato 11 e domenica 12 sarà eccezionalmente aperto al pubblico il 39° piano di Palazzo Lombardia, splendido belvedere sul nuovo skyline di Milano, che in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo ospiterà una copia fedele del suo celebre aliante, realizzata in collaborazione con il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci. Ingresso
libero e gratuito (sabato 9-13, domenica 10-18).
Infine segnaliamo che a Palazzo Pirelli –il leggendario Pirellone, in piazza Duca d’Aosta- sabato pomeriggio alle 16 l’auditorium Gaber ospiterà il concerto della Fanfara Tridentina Walter Smussi di Brescia. Ingresso libero, fino a esaurimento posti.

Dietro le quinte silenziose dell’Adunata del Centenario

E’ partito il conto alla rovescia per la 92a Adunata Nazionale degli Alpini, che dal 10 al 12 maggio porterà a Milano almeno 400.000 persone tra Penne Nere, amici e simpatizzanti. La macchina organizzatrice è a pieni giri, eppure la città non ne ha percezione né disagio. Discreti e operosi, volontari Alpini, Protezione Civile Ana, Truppe Alpine e i partner dell’Adunata stanno lavorando per allestire al meglio e in massima sicurezza i campi per l’ospitalità e la Cittadella Alpina, cuore della grande festa, al Parco Sempione.

Fatti, non parole. E’ uno dei motti degli Alpini, che il prossimo weekend daranno vita a Milano alla loro 92a Adunata Nazionale, dedicata ai 100 anni dell’Associazione Nazionale Alpini. In attesa che la città risuoni delle note solenni e di quelle festose del grande evento, centinaia di persone stanno lavorando alacremente ma con discrezione perché tutto sia pronto, perfetto e sicuro. Prima che scoppi il fragore entusiasta di cori, fanfare e canti improvvisati, in città si sente solo il rumore di chiodi e martello, trapani, gru, muletti e, questa mattina, delle pale dell’elicottero militare (AB205 dello Squadrone Toro, di stanza a Venaria) approdato in piazza del Cannone, nel cuore della Cittadella degli Alpini. Pochi suoni per tante persone e altrettanti fatti concreti. Al Parco Sempione, oltre le transenne si scorgono già non solo il velivolo e gli altri veicoli militari, ma anche i mezzi e le attrezzature della Protezione Civile alpina, le casette di legno, i chioschi e gli stand degli sponsor e le strutture per la ristorazione. Tutto in un brulicare di tute mimetiche del Reparto Comando della Brigata Alpina Taurinense e tute d’ordinanza della Protezione Civile Ana.
“Questi ultimi giorni sono il coronamento di un anno di puntuale e appassionato lavoro –sottolinea il Generale Renato Genovese, presidente del COA-Comitato Organizzatore Adunata– e in questi momenti è essenziale poter contare su tutto il supporto non solo dei nostri uomini, ma anche dei nostri partner. A loro va tutto il nostro ringraziamento”.
Intanto agli ex scali ferroviari Farini e Romana, dopo la bonifica e la messa in sicurezza, in un fermento di uomini e di macchine insostituibili, stanno per essere ultimati i campi per l’ospitalità. “Siamo orgogliosi e fieri –dichiara Massimo Rossi, direttore generale di CGT Edilizia- dell’accordo di partnership tra la nostra azienda e l’Ana. Come gli Alpini, CGT Edilizia e il mondo Caterpillar sono realtà affidabili e sempre presenti, pertanto era inevitabile che le nostre strade si incontrassero. CGT Edilizia è in grado di fornire supporto e assistenza per la realizzazione di qualsiasi tipo di evento in tutto il territorio nazionale e siamo particolarmente lieti di metterci al servizio degli Alpini”.

Il coro alpino Rivoli al museo dell’Alfa Romeo

Sabato 11 maggio presso la Sala “Giulia” del Museo ALFA ROMEO di ARESE, in accordo con la direzione di tale Museo il “Coro Alpino Rivoli (Sezione di Torino) effettuerà un concerto alle ore1 7,30, ovviamente il tema varierà sul repertorio di canzoni alpine.
Si fa presente che l’ingresso è libero, parimenti alla visita del museo a partire dalle ore 16,00.

Grande successo per il debutto dei cori Alpini nella prestigiosa cornice del Teatro alla Scala

Applausi fragorosi ma anche tanta partecipazione ieri pomeriggio nel tempio della lirica, dove il Coro Mario Bazzi della sezione Ana Milano, diretto dal maestro Marchesotti, ha avuto l’onore di portare per la prima volta in assoluto le melodie e le emozioni Alpine e popolari in genere. Toccanti gli intermezzi di Pamela Villoresi, che ha interpretato magistralmente letture di amore e di guerra sugli Alpini. Nel palco reale, oltra alle massime autorità di Ana e Truppe Alpine, il sindaco Sala.

Alla presenza del Presidente dell’Associazione Nazionale Alpini Sebastiano Favero, del Consiglio Direttivo Nazionale, del Comitato Organizzatore dell’Adunata e di numerose Autorità civili e Militari, ieri pomeriggio il Teatro alla Scala era gremito di Alpini, Amici degli Alpini, familiari e simpatizzanti.
Luigi Boffi, presidente della Sezione Ana di Milano che ha fortemente voluto l’iniziativa ha introdotto la serata, e il sindaco di Milano Beppe Sala l’ha appassionatamente sostenuta specificando che “la Scala è la Casa dell’Arte più alta e che gli Alpini ci stanno a pennello”. Poi subito protagoniste le voci del Coro Ana di Milano, che ha avuto l’onore –unico coro alpino-popolare in assoluto- di calcare il prestigioso palco.
Grazie alla sapiente regia di Marco Merlini, è andato in scena uno spettacolo vibrante, per i canti degli Alpini e le ballate popolari intonate dal coro con grande sintonia e profonda passione, accolto da fragorosi applausi. Forte la partecipazione in sala, con gli spettatori che si alzavano in piedi, a condividere uno spirito comune, di cui il canto è la massima espressione. Il tutto alternato dalla struggente emozione scatenata dalla magistrale voce di Pamela Villoresi che leggeva diari e racconti Alpini, di amore e di guerra, di paura e di senso patriottico. Un’esperienza unica, che ha trasportato tutti.

Il Coro Ana di Milano
Il coro alpino-poplare a settembre compirà 70 anni. Insignito dell’Ambrogino d’Oro, è il coro più antico e longevo sotto l’egida dell’Ana. Diretto dal maestro Massimo Marchesotti dal 1973, è composto da 35 elementi. Oggi ha al proprio attivo migliaia di concerti e si è esibito in numerosissime sale, anche molto prestigiose, in Italia e nel mondo. Il suo repertorio è ampio e vario; volutamente non include solo canti alpini e militari ma anche popolari regionali, in un preciso intento di sostegno al patrimonio musicale e poetico del nostro Paese.

Alpini, uno stile di vita. Inaugurata la mostra al Castello Sforzesco.

Nella Sala Viscontea ha aperto i battenti ufficialmente, alla presenza delle massime autorità militari e cittadine, ALPINI, UNO STILE DI VITA. Fino al 12 maggio, un percorso emozionale attraverso foto, slide-show e disegni conduce nell’anima degli Alpini.

Fino al 12 maggio, nella prestigiosa Sala Viscontea del Castello Sforzesco, un percorso fotografico di grande impatto emotivo conduce il visitatore alla scoperta degli uomini dell’Associazione Nazionale Alpini a cento anni dalla sua fondazione. Volti noti si confondono con volti sconosciuti, immagini degli interventi di solidarietà in Italia e all’estero che hanno visto le penne nere protagoniste e ancora slide- show delle Adunate nazionali a colori e in bianco e nero. L’allestimento prevede anche l’esposizione di diversi disegni, alcuni inediti, realizzati da noti pittori alpini come Giuseppe Novello, Bruno Riosa, Giulio Ciotti, Noëlqui e molti altri. La solidarietà, la memoria e la montagna, elementi fondativi dell’Ana, vengono raccontati in questo percorso espositivo, in una chiave nuova, un viaggio che susciterà emozioni, alimenterà i ricordi e regalerà speranza.

ALPINI, UNO STILE DI VITA. 3-12 maggio, Sala Viscontea-Castello Sforzesco – orario 9.30-17

Arturo Andreoletti: storia di un uomo, storia dell’Ana

Tra le iniziative culturali di avvicinamento alla 92a Adunata, dedicata al Centenario della fondazione dell’Associazione Nazionale Alpini, non poteva mancare la presentazione del libro intitolato al suo fondatore, il 7 maggio a Palazzo Marino. Fresco di stampa e con un suggestivo corredo di immagini in bianco e nero e a colori, il volume ARTURO ANDREOLETTI 1884-1977, pubblicato da Nomos Edizioni e promosso dal Museo del Risorgimento di Milano, è disponibile in libreria e online. Prezzo scontato per i soci Ana.

E’ stato un gran lavoro ricostruire la figura carismatica ma anche complessa e sfaccettata di Arturo Andreoletti –capitano degli Alpini, pioniere dell’esplorazione alpinistica, grande esperto dell’ambiente dolomitico, appassionato di fotografia, pluridecorato e fondatore dell’Ana- ma il risultato è eccezionale: il prestigioso volume fotografico ARTURO ANDREOLETTI 1884-1977, di 224 pagine, fortemente voluto dal Museo del Risorgimento di Milano e appena pubblicato da Nomos Edizioni, proprio nel Centenario dell’Associazione Nazionale Alpini.

Il libro, accurato ed esaustivo, vuole presentare –sottolinea il Comune di Milano- Arturo Andreoletti non solo come Alpino, ma anche come impiegato della ragioneria municipale, fervente promotore dell’Archivio della Guerra presso il Museo del Risorgimento di Milano nel primo dopoguerra, capo di gabinetto del podestà di Milano nel biennio 1928-1929, personalità di rilievo nell’attività di finanziamento del Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia tra il 1943 e il 1945, industriale di successo presso grandi aziende come S.N.I.A. Viscosa, nonché medaglia d’oro di benemerenza del Comune di Milano.

Realizzato grazie a una rigorosa e approfondita ricerca condotta sulla base dei documenti inediti conservati negli archivi delle Civiche Raccolte Storiche di Milano e dell’Associazione Nazionale Alpini, è impreziosito da uno straordinario corredo iconografico, che comprende anche le spettacolari vedute dolomitiche scattate dallo stesso Andreoletti e che restituisce allo stesso tempo la suggestione dei luoghi e la memoria viva dei protagonisti. Il fondo fotografico, composto da oltre 1100 opere, è stato oggetto nel 2018 di un intervento di studio, digitalizzazione e catalogazione finalizzato alla consultazione on line sul portale fotografieincomune. Il volume, curato da Saverio Almini, ospita i contributi di Gregorio Taccola e Andrea Bianchi e le testimonianze di Orazio Andrich, Andrea Bianchi e Mariolina Cattaneo.

Il volume -in vendita nelle librerie e online al prezzo di 24,90 euro (sconto per i soci Ana)- verrà presentato ufficialmente martedì 7 maggio, alle ore 17, nella Sala Alessi di Palazzo Marino (piazza della Scala, 2), alla presenza degli autori. Interverranno Filippo Del Corno (assessore alla Cultura), Mario Vanni (capo di gabinetto del Sindaco), Claudio A. M. Salsi (direttore Area Soprintendenza Castello Musei Archeologici e Musei Storici), Sebastiano Favero (presidente Associazione Nazionale Alpini) e Saverio Almini (curatore del volume).

Pronta la Guida Eventi dell’Adunata del Centenario

Dopo la Guida all’Adunata, non poteva mancare quella dedicata agli eventi culturali in programma nei tre intensissimi giorni della manifestazione: 10, 11 e 12 maggio. L’opuscolo, fresco di stampa, raccoglie in 20 pagine il fitto calendario di mostre, esposizioni, cori e concerti approntato per la grande manifestazione. Il libretto nasce come appendice culturale alla Guida all’Adunata, già in distribuzione già da inizio aprile. Redatta all’ultimo proprio per poter accogliere tutti gli eventi culturali, è uno strumento attendibile e aggiornato su tutti gli appuntamenti che esprimono la vera identità Alpina attraverso canti, musiche, fotografie, disegni, reperti storici, visite speciali e tanto altro.
La pubblicazione, così come già la Guida all’Adunata, sarà disponibile gratuitamente a partire dal 3 maggio presso la sede del COA-Comitato Organizzatore Adunata, la sede nazionale Ana, gli ATM point, le biglietterie Trenord, gli spazi di Regione Lombardia a Milano (piazza Città di Lombardia e Filzi) ma anche a Lecco e Varese, nonché gli spazi del Comune Infomilano in Galleria Vittorio Emanuele, Yes Milano Tourism Space in via Mercanti, tutte le biblioteche e tutte le sedi anagrafiche della città.

Adunata degli Alpini: attenzione alle truffe!

In seguito ad alcune spiacevoli segnalazioni, il COA-Comitato Organizzatore Adunata, unitamente all’ANA-Associazione Nazionale Alpini, fa presente alla cittadinanza e ai titolari di esercizio di Milano che nessuno è in alcun modo autorizzato a chiedere loro contributi in denaro a sostegno dell’Adunata del Centenario, in programma in città dal 10 al 12 maggio prossimi.

Si ribadisce anzi che chiunque avanzi richieste economiche di qualsiasi genere, non solo opera un grave illecito ma tradisce contemporaneamente lo spirito Alpino, che non contempla in alcun modo lo scopo di lucro.

Si invita quindi a diffidare di chiunque millanti di rappresentare gli Alpini e chieda denaro, anche in cambio della locandina dell’Adunata (distribuita gratuitamente dai volontari) o, peggio ancora, del Tricolore.

Si ringrazia per la collaborazione

Aspettando l’Adunata, a Cassano d’Adda

Il 4 e 9 maggio nella storica cittadina lungo il fiume, manifestazioni ed eventi in preparazione del grande raduno del Centenario, in programma a Milano dal 10 al 12 maggio. Mostre, concerti, una sfilata con il Labaro Nazionale e deposizione di fiori alle tombe di Perrucchetti e della famiglia Bazzi, protagonisti della storia delle Truppe Alpine.

Gli Alpini di Cassano d’Adda sono in gran fermento e, in attesa della 92a Adunata che popolerà di penne nere Milano dal 10 al 12 maggio prossimi, propongono un assaggio dello spirito, conviviale ma anche solenne, che caratterizzerà il grande evento meneghino, dedicato al Centenario dell’Associazione Nazionale Alpini. Si comincia sabato 4 maggio alle 15, con l’inaugurazione all’auditorium TECA (in viale Europa) della mostra “L’Ana e gli Alpini”, organizzata dal Gruppo Alpini di Cassano d’Adda in ricordo del Generale Giuseppe Perrucchetti, illustre cassanese cui si deve l’ideazione delle Truppe Alpine. La sera alle 21, sempre all’auditorium, concerto del Coro Alpino Orobica.

Giovedì 9 maggio, alle 16, cerimonia alpina con sfilata (ammassamento in via Mazzini) con il Labaro Nazionale. Alle 16.30 deposizione di fiori alle tombe di Perrucchetti e della famiglia Bazzi (Giulio fu cofondatore dell’Ana, fondò la Sezione di Milano, quindi il Gruppo Alpini di Cassano; il figlio Mario seguì la ricostituzione del Gruppo nel secondo dopoguerra, fu direttore di Veci e Bocia e de L’Alpino, nonché presidente del Coro Ana di Milano, oggi a lui intitolato). Alle 16.45 inizio sfilata per le vie cittadine, a partire da via Leopardi. Alle 17, schieramento nelle piazze Cavour e Perrucchetti. Alle 17.15, alzabandiera, deposizione corona d’alloro al monumento intitolato a Perrucchetti con accensione del tripode.

Alle 21, all’auditorium, concerto dei Congedati Fanfara Brigata Alpina Orobica.

Informazioni: Gruppo Alpini Cassano d’Adda, www.anacassanodadda.it e [email protected]

L’Adunata del Centenario con Trenord e ATM: biglietti speciali per muoversi in città e anche fuori

Una collaborazione tra i due protagonisti della mobilità meneghina faciliterà gli spostamenti degli Alpini in città e nell’hinterland. Emessi tagliandi speciali a prezzo conveniente (rispettivamente 10 e 4 euro), validi sulla rete urbana e suburbana per la tregiorni Alpina.

Grazie alla collaborazione con Trenord e ATM, muoversi tra Milano e hinterland non sarà un problema per gli Alpini che parteciperanno all’Adunata del Centenario, in programma dal 10 al 12 maggio nel capoluogo lombardo. Sono infatti stati emessi, in edizione limitata, tagliandi di viaggio ad hoc e a prezzi convenienti, che coprono la rete di trasporti urbana e suburbana.
Trenord, d’intesa con Regione Lombardia, ha emesso un biglietto speciale di libera circolazione del costo di 10 euro. Il titolo di viaggio è valido per la tregiorni Alpina (10, 11 e 12 maggio) e su tutti i servizi Trenord (tranne il Malpensa Express) dentro ai confini tariffari regionali* nonché sui servizi ATM (rete urbana di superficie e intera rete metropolitana). Acquistabile tramite tutti i canali Trenord –biglietterie, store, emettitrici automatiche e punti vendita territoriali- è disponibile sia nelle forme tradizionali di biglietto cartaceo o digitale, che su tessera-ricordo con il logo dell’Adunata.
ATM, in collaborazione con Comune di Milano, ha ideato uno speciale biglietto riservato agli Alpini al prezzo di 4 euro. Valido per tutta la durata dell’Adunata (10, 11 e 12 maggio), è acquistabile esclusivamente tramite le sezioni Ana di appartenenza. Il titolo di viaggio consente di muoversi sulla rete urbana di superficie e sull’intera rete metropolitana di ATM, nonché sulle tratte urbane di Trenord e sulla tratta di Trenord Milano-Rho Fiera.

Informazioni: www.trenord.it, www.ana.it, www.milano2019.it.

* stazioni di confine entro cui è possibile utilizzare l’offerta da 10 euro per 3 giorni: Novara, Arona, Ranzo, Chiasso, Peschiera del Garda, Villafranca, Mozzecane, Bonferraro, Nogora, Villanova di Reggiolo, Rolo-Novi-Fabbrico, Piacenza, San Nicolò, Rottofreno, Sarmato, Castel San Giovanni, Pontecurone, Tortona, Valenza.

Aperti in centro a Milano gli infopoint dell’Adunata

Sono operativi i punti informazione di piazza Cordusio e piazza San Babila, dove ottenere tutti i dettagli sul grande evento in programma dal 10 al 12 maggio prossimi. Brochure, suggerimenti e, in vendita, prodotti e gadget a sostegno dell’Adunata. Presso gli shop-container della concessionaria Schiavi si possono poi acquistare tutti gli articoli brandizzati dell’Adunata del Centenario: magliette, cappellini, tazze, penne, portachiavi e molto altro.

In attesa dell’invasione pacifica di Milano da parte degli Alpini, nel cuore della città sono comparsi due infopoint in grado di fornire tutte le informazioni sulla prossima Adunata del Centenario, in programma nel capoluogo lombardo dal 10 al 12 maggio prossimi. Oltre a ottenere la Guida all’Adunata, il programma dettagliato della tre-giorni e tutti i suggerimenti del caso, è possibile acquistare articoli e gadget personalizzati. Le due postazioni sono in piazza Cordusio (angolo via Mercanti) e in piazza San Babila (lato corso Vittorio Emanuele) e rispettano orario continuato dalle 10.30 alle 19, tutti i giorni. Nei pressi dei due infopoint si trovano anche gli shop della Sartoria Schiavi, concessionaria dell’Adunata, con la sua ampia gamma di articoli brandizzati Milano 2019-Adunata del Centenario: dai capi di abbigliamento e sportivi ai souvenir, dai portapenne ai portachiavi, dai magneti ai peluche, passando per gagliardetti, distintivi e medaglie ma anche notes, carte da briscola, boccali, tazze e caffettiere.

Per informazioni: Segreteria COA-Comitato Organizzatore Adunata, tel. 02.99990048

Aspettando l’Adunata: gli ultimi appuntamenti

Si intensifica il programma di Aspettando l’Adunata, preludio al grande evento del 10-12 maggio, dedicato al Centenario dell’Associazione Nazionale Alpini.
Ecco i prossimi appuntamenti in dettaglio, tra concerti, fanfare, mostre, presentazioni e omaggi ai Caduti.

AspettandoAdunataProgramma2

Mostra al Castello Sforzesco: “Alpini uno stile di vita”

La Sala Viscontea del Castello Sforzesco di Milano ospiterà dal 3 al 12 maggio “Alpini uno stile di vita”, una suggestiva esposizione dedicata agli uomini dell’Associazione Nazionale Alpini, a cento anni dalla fondazione.

L’inaugurazione si terrà il 3 maggio alle ore 9,30.

A Milano una mostra dedicata al Capitano Gennaro Sora, l’alpino-eroe della spedizione di Nobile al Polo Nord

Nell’ambito degli appuntamenti di Aspettando la 92a Adunata, il 16 aprile al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia del capoluogo lombardo apre i battenti una mostra fotografica dedicata alle gesta del Capitano Gennaro Sora in occasione della celebre impresa del Generale Nobile del 1928, finita in tragedia. Gli scatti sono dello stesso Sora.

Tutto partì dal dirigibile Italia. Ma non ci sarebbe stato un ritorno senza le gesta di un eroico Alpino. Era il 1928 e per il Generale Umberto Nobile –grande esploratore, oltre che ingegnere e accademico, dell’epoca- era la seconda spedizione al Polo Nord, a carattere scientifico. All’impresa parteciparono, come supporto un gruppo di Alpini al comando del Capitano Gennaro Sora, scelto per la sua capacità di domare i ghiacciai e per la straordinaria resistenza fisica. Per quell’avventura che, come raccontano le cronache, finì in tragedia, partirono proprio da Milano, il 15 aprile 1928.
Oggi, esattamente a 91 anni dall’impresa, il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci di Milano ospita una mostra fotografica a cura del Museo Nazionale Storico degli Alpini sulla figura eroica dell’Ufficiale Sora, che si distinse negli interventi di salvataggio in seguito allo schianto –il 25 maggio- del dirigibile sul pack, a causa di una violenta tempesta. Nel voler rintracciare i dispersi, il Capitano fu incredibilmente tenace. Gli scatti proposti a Milano sono opera dello stesso Sora, che con l’obiettivo immortalò i momenti della spedizione di salvataggio e i ben 400 km di marcia sulla banchisa polare. A impreziosire la mostra “Il Generale Nobile e il Capitano Sora al Polo Nord”, aperta dal 16 aprile fino al 25 maggio (a ricalcare le date salienti della spedizione), e a rendere omaggio alla figura del Capitano Sora sarà esposta anche un’opera a tema dell’artista Franz Baruffaldi Preis. La visita alla mostra è inclusa nel biglietto di ingresso al Museo Leonardo Da Vinci (accesso da via San Vittore, 21). Per ulteriori dettagli e orari di apertura: www.museoscienza.org.
“Siamo particolarmente felici –sottolinea il Generale Renato Genovese, presidente del COA-Comitato Organizzatore Adunata- di portare un pezzo della nostra storia non a tutti conosciuto proprio nella città da cui il dirigibile, e tutto, partì. L’impresa del Capitano Sora incarna lo spirito degli Alpini, sempre pronti quando c’è bisogno e determinati fino allo stremo”.

Cassa Centrale Banca Partner Ufficiale dell’Adunata

Siglato questa mattina un accordo tra Servizi ANA e il Gruppo Bancario Cooperativo, che entra così nel novero degli sponsor principali dell’Adunata del Centenario, in programma a Milano dal 10 al 12 maggio. Si rinnova un sodalizio nato in occasione della scorsa Adunata, a Trento.

Claudio Gario, amministratore unico di Servizi ANA(1) e Giorgio Fracalossi, Presidente di Cassa Centrale Banca Credito Cooperativo Italiano hanno sottoscritto questa mattina un’intesa che conferisce a quest’ultima il ruolo di Partner Ufficiale dell’Adunata di Milano, in programma nel capoluogo lombardo il 10, 11 e 12 maggio. Il Gruppo Bancario sarà dunque sponsor dell’evento nelle varie iniziative che lo caratterizzeranno.
“Dopo il successo dell’Adunata dello scorso anno, non potevamo mancare a questa tappa così importante” ha dichiarato Giorgio Fracalossi, Presidente di Cassa Centrale Banca. “Siamo orgogliosi di essere ancora una volta al fianco degli Alpini, che condividono con noi i valori del dovere, della tenacia, della responsabilità, della certezza che solo insieme si possano raggiungere mete davvero ambiziose. La nostra squadra crede nel valore del gruppo. La nostra esperienza è una straordinaria storia di uomini, di donne e di imprese che lavorano quotidianamente per il bene e la dignità economica e sociale delle nostre comunità. Un po’ come gli Alpini, che da sempre si prodigano per la tutela del territorio, nel volontariato, nella protezione civile, e che guardano al futuro mantenendo saldi i valori di sempre”.
“Come già avvenuto lo scorso anno a Trento” commenta Sebastiano Favero, Presidente nazionale Ana “diamo il nostro ben ritrovati a Cassa Centrale Banca, che si dimostra ancora una volta vicina agli Alpini, quale partner dell’Associazione in occasione dell’Adunata di Milano, l’Adunata del Centenario: cento anni fa qui a Milano, grazie alla ferma volontà dei nostri Soci fondatori, l’Ana vedeva la luce sotto la galleria Vittorio Emanuele II. Nasceva un’Associazione saldamente legata al territorio, attraverso le sue Sezioni e i suoi Gruppi: è questo il legame che ci accomuna al Gruppo Cassa Centrale Banca Credito Cooperativo Italiano, una banca che è vicina alle comunità, agli Alpini e al loro territorio. Ecco perché ci fa molto piacere averla ancora una volta con noi, grazie”.

Airbnb e Ana insieme per accogliere gli Alpini a Milano

Grazie a un accordo tra Servizi Ana e la nota community di ospitalità, le penne nere in occasione dell’Adunata del Centenario – in programma nel capoluogo lombardo dal 10 al 12 maggio – potranno scegliere la comodità e il comfort di un appartamento in affitto, in alternativa alle solite formule di attendamento, alloggi collettivi e ospitalità alberghiera. Alpini e non, poi, ad aprile possono prenotare una passeggiata a tema per il centro della città, con cena tipica a seguire.

In occasione dell’Adunata del Centenario -in programma a Milano dal 10 al 12 maggio, con una previsione di afflusso di circa 500.000 persone- gli Alpini possono per la prima volta considerare una nuova formula di soggiorno: in appartamento, all’insegna del comfort e della totale autonomia. Questo grazie alla partnership tra Servizi Ana e Airbnb, colosso tra le community di host, ovvero privati che mettono a disposizione i propri appartamenti. L’accordo è scaturito dai principi di condivisione, accoglienza e ospitalità comuni alle parti. Gli alloggi di Airbnb a Milano saranno una valida alternativa alle consuete formule di soggiorno: attendamento, alloggi collettivi e alberghi. Una soluzione che unisce il comfort di casa a prezzi smart. Inoltre, ad aprile tramite Airbnb Alpini e non, che abbiano prenotato un alloggio oppure no, possono prenotare una speciale esperienza, assolutamente inedita: una passeggiata guidata (naturalmente dalle penne nere) attraverso la Milano degli Alpini, che si concluderà con una cena tipica in compagnia, nel puro spirito di condivisione degli Alpini, presso la storica sede-museo della Sezione Ana locale. Si visiteranno i luoghi che raccontano la storia dell’Associazione Nazionale Alpini, che nasceva proprio a Milano esattamente 100 anni fa: il Tempio della Vittoria in Sant’Ambrogio, il monumento all’Alpino in piazza Giovanni XXIII e naturalmente la sede Ana, magnificamente affrescata, tanto da esser definita la “Cappella Sistina degli Alpini”. Proprio al restauro di questi affreschi andrà il 100% dei proventi della camminata con cena. L’esperienza, che è in programma il 3, 10 e 17 aprile e prenotabile tramite il portale Airbnb (https://it.airbnb.com/experiences/658740), ha infatti un impatto sociale, a favore dell’Ana.

Per informazioni: www.milano2019.it– www.airbnb.it – www.milano.ana.it

 

 

 

Nel weekend protagonista la Fanfara della Tridentina.

Sabato 30 en plein per la formazione dei Congedati della Tridentina, con esibizione clou nel pomeriggio in piazza Città di Lombardia. Domenica 31 invece gran carosello da piazza Duomo a piazza della Scala, attraverso la Galleria.

Continua, con grande apprezzamento di pubblico, la colonna sonora di avvicinamento alla 92a Adunata Nazionale, in programma dal 10 al 12 maggio prossimi. Questo weekend la farà da padrona la Fanfara della Brigata Alpina Tridentina, ora sciolta.
La mattina di sabato 30 marzo, alle ore 10, si esibirà in via Tabacchi (Municipio 5).
Nel pomeriggio, alle ore 15, renderà omaggio alla Regione Lombardia -tra i sostenitori dell’Adunata del Centenario- con un’esibizione itinerante ai piedi di Palazzo Lombardia. La formazione farà ingresso da via Melchiorre Gioia e s’inserirà nella Lombardia Beer Fest organizzata in piazza Città di Lombardia, suonando tra gli stand gastronomici.
La sera alle ore 21, infine, animerà l’Auditorium Bonola (Municipio 8).
Domenica 31 marzo alle ore 10, si sposterà in centro per offrire un gran carosello tra piazza Duomo e piazza della Scala, passando per la Galleria Vittorio Emanuele II.

 

Gli ultimi weekend di marzo a suon di Fanfare

Il 23 marzo tocca a La Baldoria di Busto Arsizio, che suona presso il Santuario di Santa Rita la mattina e poi sfila sotto il nuovo skyline di Milano, da corso Como a piazza Gae Aulenti. Il 30 giornata piena per la Fanfara dei Congedati della Tridentina, con il clou nel pomeriggio al cospetto del Palazzo di Regione Lombardia. E domenica 31 gran carosello da piazza Duomo a piazza della Scala, attraverso la Galleria.

Dalle piazze di quartiere ai luoghi simbolo di Milano, le Fanfare degli Alpini annunciano in musica la 92aAdunata Nazionale, in programma dal 10 al 12 maggio prossimi. Le esibizioni si intensificano in questi due ultimi due weekend di marzo.

Questo sabato pomeriggio, 23 marzo, alle ore 15.45 La Baldoria di Busto Arsizio (attesa il mattino alle 9.45 al Santuario di Santa Rita, nel Municipio 5) avrà sfilato in divisa storica da corso Como a piazza Gae Aulenti, nel cuore della nuova Milano, all’ombra del pennone della Torre Unicredit. Il sabato successivo, 30 marzo, la Fanfara dei Congedati della Tridentina alle ore 15 renderà omaggio alla Regione Lombardia -tra i più forti sostenitori dell’Adunata del Centenario- con un’esibizione itinerante ai piedi di Palazzo Lombardia. La formazione farà ingresso da via Melchiorre Gioia e si inserirà nella Festa della Birra organizzata in piazza Lombardia, suonando tra gli stand gastronomici. Sarà questo per la fanfara della Tridentina l’appuntamento clou di una giornata intensa, spesa anche nei Municipi 5 e 8, rispettivamente in via Tabacchi alle 10 e all’Auditorium Bonola alle 21.

Domenica 31 marzo alle ore 10, infine, sempre con la Fanfara dei Congedati della Tridentina, gran carosello tra piazza Duomo e piazza della Scala, passando per la Galleria Vittorio Emanuele II.

Piantati i primi alberi a Rogoredo. Gli Alpini per Milano.

Milano chiama, gli Alpini rispondono. Autorità, associazioni, cittadini e volontari sono tutti schierati nel recupero di quello che è ormai tristemente noto come il “Bosco della droga” e gli Alpini non potevano negare il proprio concreto contributo.

La bonifica del Parco di Rogoredo dallo spaccio passa anche attraverso una progressiva riqualifica ambientale dell’area, che una volta resa attraente e sicura potrà essere frequentata da tutti i cittadini. Più cresce la porzione di verde fruibile, più retrocede il fortino degli spacciatori. Una trentina di Alpini (6 di Monza, gli altri di Milano) nel giro di qualche giorno hanno messo in terra 76 delle 100 querce previste dal progetto condiviso con Italia Nostra, che da anni si adopera per il recupero dell’area ex Porto Di Mare. Disposte su due filari, le nuove piante negli anni andranno a ombreggiare la pista ciclabile che conduce all’Abbazia di Chiaravalle.

L’intervento sarà portato a termine entro il 30 marzo, quando è prevista –alla presenza dell’assessore a Urbanistica, Verde e Agricoltura di Milano, Pierfrancesco Maran- una cerimonia ufficiale di inaugurazione dell’opera verde, pensata come dono alla città in occasione della 92a Adunata Nazionale degli Alpini (10-12 maggio).

Nel frattempo si sta pensando, sempre in collaborazione con Italia Nostra, a una fase 2 di riqualificazione, che dovrebbe trasformare una collinetta del parco in un percorso per mountain bike e cross country.

 

Il programma di Aspettando la 92a Adunata entra nel vivo

A suon di cori e fanfare, ma anche di mostre e momenti culturali, è partito l’avvicinamento all’Adunata dedicata al Centenario dell’Ana, in calendario a Milano il 10, 11 e 12 maggio prossimi. Ecco tutti gli appuntamenti confermati.

 

Le prossime esibizioni delle Fanfare alpine:
16 marzo ore 10 Fanfara sezionale Milano – piazza Duomo (inaugurazione Centro Stramilano)
23 marzo ore 9.45 Fanfara La Baldoria Busto Arsizio – Santuario Santa Rita (Municipio 5)
23 marzo ore 15.45 Fanfara La Baldoria Busto Arsizio – corso Como/piazza Gae Aulenti (Municipio 9)
30 marzo ore 10 Fanfara Congedati della Tridentina – via Tabacchi (Municipio 5)
30 marzo ore 15 Fanfara Congedati della Tridentina – piazza Lombardia (Palazzo Regione)
30 marzo ore 21 Fanfara Congedati della Tridentina – Auditorium Bonola (Municipio 8)
31 marzo ore 10 Carosello della Fanfara Congedati della Tridentina – da piazza Duomo a piazza Scala attraverso la Galleria Vittorio Emanuele II. Concerto finale davanti a Palazzo Marino.
6 aprile ore 10.30 Fanfara Ana Abbiate Guazzone – partenza da via Forze Armate/angolo via Rismondo, onore ai caduti in piazza Stovani, quindi sfilata fino a piazza Garibaldi (Municipio 7)
6 aprile ore 15.30 Fanfara Ana Abbiate Guazzone – piazza S. Francesca Romana (Municipio 3)

Pagine di storia
Il 10 aprile, alle 21, presso la sede della sezione Ana Milano (via Vincenzo Monti 36, angolo via Rovani) presentazione del nuovo libro di Stefano Ardito “Alpini”, fresco di stampa e patrocinato dall’Associazione Nazionale Alpini proprio in occasione del suo Centenario.

La giornata del 3 maggio:
ore 9.30 Inaugurazione della mostra per i 100 anni dell’Ana “Alpini, uno stile di vita”, alla Sala Panoramica del Castello Sforzesco
ore 11 Conferenza stampa di presentazione della 92a Adunata e contestualmente premiazione de “Il milite… non più ignoto” e presentazione del Libro Verde della Solidarietà 2018, al 39° piano del Palazzo della Regione Lombardia
ore 16 Concerto del Coro Ana Milano, al Teatro alla Scala

Numeri Utili Adunata Milano 2019

COMITATO ORGANIZZATORE ADUNATA
Via Alessandro Volta, 22
Tel. 02/99990048
[email protected] – [email protected]

PRESIDENZA E SEGRETERIA NAZIONALE
Palazzo dell’Arengario
Via Guglielmo Marconi, 2 (1º piano, entrata da via Dogana)
[email protected]

UFFICIO STAMPA ADUNATA
Palazzo dell’Arengario
Via Guglielmo Marconi, 2 (1º piano, entrata da via Dogana)
Tel. 340/7095351
[email protected]

SERVIZIO D’ORDINE NAZIONALE
Fabbrica del Vapore
Via Giulio Cesare Procaccini, 4
Tel. 329/9019961
[email protected]

SEZIONE ANA MILANO
Via Vincenzo Monti, 36
Tel. 02/48519720
[email protected]

SEDE NAZIONALE
Via Marsala, 9
Tel. 02/62410200
[email protected]

NUMERO UNICO DI PRONTO INTERVENTO TEL. 112

POLIZIA DI STATO Tel. 113

CARABINIERI Tel. 112

GUARDIA DI FINANZA Tel. 117

VIGILI DEL FUOCO Tel. 115

QUESTURA DI MILANO
Via Fatebenefratelli, 11
Tel. 02/62261

POLIZIA LOCALE
Via Cesare Beccaria, 19
Tel. 02/0208

EMERGENZA SANITARIA
Areu (ambulanze) tel. 118
Guardia medica tel. 02/34567
Farmacie di turno tel. 800/801185

INFOPOINT UFFICIO INFORMAZIONI E ACCOGLIENZA TURISTICA
Piazza Duomo, 14
Tel. 02/88455555
[email protected]

YESMILANO Tourism Space
Via dei Mercanti, 8
Tel. 02/85155931
[email protected]

Eventi “Aspettando l’Adunata”

Sono stati programmati numerosi eventi Aspettando l’Adunata 2019 che accompagneranno la cittadinanza all’appuntamento del 10, 11 e 12 maggio per l’Adunata nazionale, nell’anno del Centenario dell’Ana.

Pronti manifesto e medaglia dell’Adunata del Centenario

Debuttano ufficialmente i simboli di ogni Adunata Nazionale degli Alpini, selezionati tramite concorso. In questa edizione sono dedicati al Centenario della fondazione dell’Ana. Entrambi i vincitori sono del Comasco.

Il manifesto ufficiale dell’Adunata 2019 – opera di Tiziano Tavecchio di Castelmarte (Como), socio della Sezione Ana di Como- rappresenta il forte legame tra Milano e gli Alpini, tramite la comunedevozione alla Madonna. In questo caso la “Madunina tuta d’ora” che, adorna del Tricolore,domina con il suo profilo la scena. Nella parte inferiore del manifesto lo skyline del capoluogo
lombardo, dai suoi monumenti-simbolo fino ai nuovi grattacieli di City Life e Porta Nuova. Sotto al logo dell’Ana, una penna nera con la nappina rossa che svetta dal numero 92.

La medaglia della 92a Adunata è disegnata da Alessio Famlonga di Lurago d’Erba (Como), socio della Sezione Ana di Lecco. Sul lato frontale, la sagoma inconfondibile del Duomo di Milano, sormontata da tre penne alpine – con nappina bianca, rossa e verde – che si elevano al cospetto delle guglie. Sul retro, i loghi del Comune di Milano e dell’Ana, contornati dalle date dell’Adunata (10, 11 e 12 maggio 2019) e del Centenario (1919-2019).

Le medaglie saranno acquistabili nei giorni dell’Adunata al costo di 5 euro presso i punti vendita autorizzati.

Ufficio stampa Adunata Nazionale ANA 2019

Confagricoltura Partner Ufficiale dell’Adunata Alpini

Oggi Claudio Gario, amministratore di Servizi ANA, e Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura hanno sottoscritto un’intesa che conferisce a quest’ultima il ruolo di Partner Ufficiale dell’Adunata di Milano, in programma nel capoluogo lombardo il 10, 11 e 12 maggio.  Confagricoltura sarà sponsor dell’evento nelle varie iniziative che lo caratterizzeranno. In particolare, Confagricoltura –che con il corpo degli Alpini condivide l’amore per il territorio e l’impegno nella sua difesa- fornirà una selezione di prodotti tipici, provenienti dalle aziende associate. Per promuovere le specificità agricole del territorio, delle aziende associate, delle proprie attività e dei servizi offerti, Confagricoltura avrà uno spazio all’interno del Villaggio dell’Adunata, al Parco Sempione. Nel corso della manifestazione, saranno poi organizzate iniziative di vario tipo per diffondere la conoscenza dei prodotti agroalimentari tipici lombardi, liguri e veneti.

“Siamo orgogliosi di sostenere questa importante iniziativa –commenta Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura– che quest’anno si svolge nel capoluogo regionale: metteremo a disposizione le nostre tipicità e le nostre energie per la buona riuscita dell’Adunata di un’Associazione assai significativa per il nostro Paese. Gli Alpini rappresentano un modello per l’impegno profuso nelle attività di volontariato e di protezione civile, ma anche per la tutela del territorio”.

L’intesa è accolta con entusiamo anche dal COA -Comitato Organizzatore della 92a Adunata Nazionale Alpini. “Sebbene l’Adunata – sottolinea il Generale Renato Genovese, presidente del COA- sia ormai simpaticamente definita da chi ci accoglie come un’invasione pacifica, nasconde un lavoro organizzativo impegnativo e meticoloso, che passa innanzitutto attraverso la collaborazione convinta con le istituzioni e le realtà locali. L’accordo con Confagricoltura conferma che anche quella del Centenario a Milano rappresenterà in pieno non solo lo spirito tipico delle adunate alpine, ma anche il territorio”.

 

Adunata Milano – Definita data chiusura prenotazioni

Il Comitato Organizzatore dell’Adunata di Milano annuncia che le prenotazioni effettuate on line sul sito www.milano2019.it, riguardanti gli alloggi collettivi, le piazzole per camper e tende e le richieste di partecipazione di cori e fanfare, chiuderanno il prossimo 10 marzo.
Dal 15 marzo il Comitato inizierà quindi ad inviare agli interessati le comunicazioni relative alle assegnazioni degli alloggi collettivi e delle piazzole.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la Segreteria del Comitato Organizzatore Adunata, via Alessandro Volta, 22 – 20121 Milano, tel. 02/99990048; [email protected]  – [email protected]

Il COA in lutto per la scomparsa dell’avvocato Cesare Lavizzari

Profondamente scosso per l’improvvisa e prematura scomparsa dell’avvocato Cesare Lavizzari, il COA (Comitato Organizzatore della 92a Adunata Nazionale di Milano) partecipa sentitamente al cordoglio dei familiari, dei colleghi, di ANA Nazionale e ANA Milano e di tutta la comunità alpina milanese.
A pochi mesi dall’Adunata di maggio, per la quale Lavizzari si stava prodigando, il COA perde con il suo compianto consulente legale, oltre che un collaboratore solido, competente e appassionato, un amico e un vero Alpino.

Chiusura festività natalizie

Gli uffici del COA in occasione delle festività natalizie saranno chiusi dal giorno 23 dicembre 2018 e riapriranno lunedì 7 gennaio 2019.

A tutti gli alpini i migliori auguri di BUONE FESTE

Adunata a Milano: prenotazioni on line dal 15 ottobre

Il Comitato Organizzatore Adunata di Milano e gli enti locali – Comune, Città Metropolitata e Regione, sono al lavoro per perfezionare l’organizzazione dell’Adunata degli alpini che si terrà nel capoluogo lombardo dal 10 al 12 maggio 2019 e in particolare per completare la scelta delle aree più idonee per l’accoglienza, considerate le complessità di una realtà metropolitana.
Nel corso della riunione del 12 settembre scorso è stata fissata al 15 ottobre la data dell’apertura delle prenotazioni online per la richiesta di alloggi collettivi, piazzole per camper e tende, eventi per cori e fanfare. Le prenotazioni potranno essere effettuate sul sito www.milano2019.it
Per tutte le informazioni sull’Adunata da inizio ottobre sarà aperta al pubblico la sede del COA ai Caselli di Porta Volta, in via Volta 22 a Milano